come si redige la tavola comparativa?

In un gruppo di studio1 , dal dubbio del singolo partecipante e dalla conseguente discussione, possono trarre giovamento tutti i componenti. Riparto da questa domanda:

nel caso di demolizioni e ricostruzioni, come si usano i colori?

per fornire qualche chiarimento sulla definizione di un importante documento, da produrre ed allegare alla pratica edilizia di ristrutturazione (istanze DIA, SCIA, etc…): la “tavola dei confronti”…

messaggio pubblicitario:

 

quando usare il giallo e quando il rosso?

Questa è l’incertezza che  spesso attanaglia  anche il tecnico neolaureato: ingegnere edile o architetto. Il geometra ha la “fortuna” di conoscere i diagrammi dei movimenti di terra (spianamenti, progetto stradale): questo dovrebbe aiutarlo a ricordare meglio il concetto.

  • GIALLO = demolizione  sterro;

  • ROSSO = ricostruzione riporto.

Nel progetto di ristrutturazione, tra i vari elaborati da produrre:

  • estratti planimetrici (catastale, comunale, etc…)
  • piante, sezioni, prospetti allo stato di fatto;
  • proposta progettuale;
  • relazione tecnica, etc. etc…

figura anche una tavola, detta “tavola dei confronti” (o “stato comparativo“), che si ottiene dalla sovrapposizione delle 2 precedenti (lo stato attuale ed il progetto).

la figura mostra un esempio di confronto ottenuto dalla sovrapposizione della stessa pianta ridisegnata nei due momenti diversi (stato di fatto e progetto)

In altre parole: i disegni dello stato di progetto, piante, sezione e prospetti  (riportati a tratto sottile e senza quote ed orpelli) vanno sovrapposti a quelli dello stato di fatto (tratto spesso,  senza quote, etc…)

 

La sequenza mostra come si ottiene la “tavola dei raffronti” con il metodo “dei gialli e dei rossi”…

 

 

1 questo appunto nasce da una domanda proposta da un geometra, candidato all’esame di abilitazione, nel forum dedicato:
http://www.aulaweb.misterschool.net/mod/forum/discuss.php?d=53
[visibile a tutti, clic su: “login come ospite”]

 

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *