valori annui, costanti, ripetuti e limitati

esercitazione_01

annualità anticipata Vs annualità posticipata

Nelle accumulazioni è importante saper valutare l’esponente da attribuire alla “q”, che è dato dal numero effettivo dei valori ripetuti (da posticipare e sommare); un altro aspetto, che spesso confonde lo studente, è il momento (nell’arco dell’anno) in cui questo capitale è versato. Lo scopo di questa esercitazione è fissare la differenza, nel calcolo tra:

  1. un’annualità anticipata (percepita all’inizio dell’anno);
  2. un’annualità posticipata (percepita alla fine dell’anno);

disegnando correttamente il grafico, la formula da applicare dovrebbe apparire subito chiara.

#1: A5 – annualità costanti, anticipate, limitate

annota il testo del problema (↓) e clicca su “risolvi”

Scrivere la formula dell’accumulazione finale (A5) di un ricavo di 3150 euro, percepite dall’inizio del  anno, all’inizio del

risolvi

 

#2: A5 – annualità costanti, posticipate, limitate

annota il testo del problema (↓) e clicca su “risolvi”

Scrivere la formula dell’accumulazione finale (A5) di un ricavo di 3150 euro, percepite dalla fine del  anno, alla fine del

risolvi

(si consideri un generico saggio d’interesse ‘i’)
ricopia la formula ed il grafico cercando di comprenderne il significato.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *